#vintage2016

  • 24 novembre 2016
#vintage2016

Archiviato anche il capitolo raccolte per il 2016, vendemmia,vendemmia tardiva e campagna olivicola concluse! primo anno di conversione al biologico andato! prima vendemmia a #closValqaurole fatta! buoni quantitativi buona qualità non fosse stato per la grandinata del 10 luglio scorso….

 

Annata tutto sommato buona,il giusto equilibrio tra  pioggie e sole ha fatto si che le uve prodotte avessero ottime gradazioni zuccherine e buon quantitativo di acidi,quest’anno un’ulteriore fattore meteo positivo è stato l’abbassamento delle temperature durante il periodo vendemmiale,questo ha fato si che le uve entrassero fresche in cantina, favorendo il mantenimento degli  aromi.

Annata di grandi profumi ma anche di grandi colori!

Per il secondo anno parte delle uve (oseleta e corvina) vengono raccolte in un secondo momento,una vendemmia tardiva che quest’anno si è svolta in maniera differente,è stata applicata una tecnica diversa dallo scorso anno, meno invasiva, anzicchè tagliare il tralcio siamo intervenuti sul picciolo dell’uva,”pinzandolo” letteralmente…limitando il flusso linfatico e favorendo la maturazione e l’accumulo di zuccheri nel grappolo.
Quest’anno siamo andati un po’ lunghi per colpa della raccolta olive e la vendemmia tardiva è slittata ben oltre la fine di ottobre, ma l’uva defogliata e ben esposta ha tenuto anche le piogge di fine ottobre.

Ancora un pò di pazienza e finalmente vi presenterò queste benedette 300 bottiglie….

Ad oggi è ancora presto per capire come effettivamente saranno i nuovi vini ma le prospettive sono delle migliori,da qui all’imbottigliamento in primavera non possono altro che migliorare ed evolvere i profumi e la struttura…

Tempo anche di raccolta olive, nonostante i brutti attacchi settembrini della mosca olearia abbiamo ottenuto un buon quantitativo di olive sane! utilizzando solo metodi biologici ovviamente… cattura massale con le bottiglie dacustrap e trattamenti con fungo antagonista la beauveria bassiana.

Finite le raccolte giusto il tempo per risistemare l’attrezzatura che già è arrivato il momento di ricominciare…

Si riparte dalla concimazione passaggio cruciale per gettare le basi della prossima annata anche quest’anno utilizziamo un pellet di sostanza organica con elementi nutritivi (azoto, fosforo e potassio) completamente organici.
Altra operazione triste ma necessaria è quella dell’individuazione delle piante colpite da mal dell’esca la prossima primavera mi cimenterò nel salvataggio delle piante… innestando tralci non infetti, una tecnica che dopo alcune prove ho trovato funzionare abbastanza.

img_1045

A breve dopo la caduta delle foglie cominceremo con la potatura…passaggio cruciale per la fine dell’annata 2016 e l’impostazione dell’annata 2017!

Stay tuned! su Facebook Instagram e Twitter aggiornamenti quasi in tempo reale su quelo che faccio in vigna e cantina!ah.. vi piace il mio ometto in copertina?? quella foto ha vinto il concorso indetto da fieragricolaverona a tema la vendemmia dal tuo trattore!

Alla prossima!